Giulietta e Romeo secondo Newton, ovvero “Upside Down”

tumblr_m9fc32ZzUi1qh9npvo1_r1_1280
Sinceramente dovrei smetterla di guardare commedie romantiche, anche se queste riguardano leggi fisiche, mondi paralleli e la più alta e nobile fantascienza. Ad ogni modo, al di là delle mie considerazioni personali da donna senza cuore, posso senza dubbio affermare che Upside Down (Juan Diego Solanas, Canada/Francia, 2012) è sicuramente un ottimo esempio di quello che può diventare la fantascienza all’epoca di Twilight e assimilati, senza però (grazie al cielo) coinvolgere alcun tipo di vampiro dal cuore tenero, zombie troppo appassionato per essere morto, etc etc etc.
Upside-Down-2-007Come già anticipato nel titolo, il film non è altro che l’ennesima rivisitazione della tragedia shakespiriana di Romeo e Giuletta, solo che stavolta non sono dei cognomi a dividere i nostri amanti, bensì la forza di gravità che attrae i corpi a seconda che vengano dalla parte superiore (Up world) o inferiore (Down Below) del loro pianeta, separate da rigide regole in stile Apartheid dalla multinazionale TransWorld (anche un po’ dalle leggi fisiche a dire il vero), la quale sfrutta le risorse umane e minerarie di Down Below per arricchire e migliorare la vita in Up World. Questo equilibrio viene meno quando Eden (Kirsten Dust) e Adam (Jim Sturgess), abitanti rispettivamente di Up World e Down Below, si incontrano e si innamorano trasformandosi in perfetti sovversivi delle convenzioni millenarie che hanno diviso i loro due mondi.
kinopoisk.ru
Già i nomi dei protagonisti sono un programma di quello che può diventare la loro storia di denuncia sociale, dipinta da tonalità freddissime e da luci così fortemente bianche da bruciare qualsiasi altro colore che non sia il blu. Soprattutto quando la storia ci porta a Down Below, dalla parte di Adam, la pellicola è granulosa e disturbata, per diventare più nitida e colorata quando i due sono vicini. Passando dalla curatissima e bellissima fotografia alla disposizione dei personaggi nell’ambiente, è probabile che con l’avanzare del film lo spettatore possa perdere il senso dell’orientamento fra sopra e sotto, i quali dall’essere ben delineati e distinti tendono a vedere sgretolare i propri confini, fino ad unirsi raggiungendo un unica dimensione. Oltre alla fotografia, vanno sicuramente citati i meravigliosi effetti speciali, grazie ai quali Juan Diego Solanas è riuscito a ricreare visivamente quello che era nella sua mente, rendendo così il film una vera e propria sinfonia per gli occhi. Certo è che Kirsten Dust ha recentemente dichiarato che il vero effetto speciale è il legame che si crea fra i due personaggi, Adam e Eden, dal canto mio non posso che risponderle con un sincero “No cara, non è così, ma ti vogliamo bene lo stesso”. La ricchezza di questo film è data da tutta la troupe di tecnici, montatori, scenografi e cameraman e chi più ne ha più ne metta, gli attori fanno solo da sottofondo ad un film che è un effetto speciale con l’aggiunta di una sceneggiatura  (di cui è autore proprio il regista), che seppur ricca di spunti risulta, a volte un po’ troppo scontata e banale.

-Upside-Down-production-images-jim-sturgess-28430304-1600-1066

Ad ogni modo tutta la parte tecnico-artistica fa di questo “piccolo” film (si stima sia costato 60 milioni di dollari, molto meno di Life of Pi, che ne è costati 120, o dei 100 di Cold Atlas) un buon modo per passare 107 minuti in pace, pensando che in fondo è possibile essere ottimisti, che ogni storia, seppur con delle importanti conseguenze, può avere il suo lieto fine, e soprattutto immaginando di volare fra questi due mondi dipinti da un’abbagliante luce blu.

2 pensieri su “Giulietta e Romeo secondo Newton, ovvero “Upside Down”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...